In Carne, Microbiologia, Real-time PCR

I batteri EHEC produttori di Verotossine sono una comune causa di infezioni di origine alimentare. Ecco pertanto tutto quello che i produttori di alimenti dovrebbero conoscere sui rischi associati a questo tipo di patogeno e sui metodi di rilevazione.

Gli Escherichia coli (abbreviato E. coli) sono batteri che si trovano naturalmente nella flora intestinale degli esseri umani e degli animali. La maggior parte degli E. coli sono innocui, tuttavia ci sono alcuni ceppi patogeni che possono causare gravi infezioni. Uno di questi ceppi patogeni è conosciuto come E. coli enteromorragico (“EHEC”) che forma verotossine o tossine Shiga. E’ quindi chiamato anche E.coli produttore di Verotossine (“VTEC”) o E.coli produttore di tossine Shiga (“STEC”).

Le infezioni causate da STEC / VTEC sono tra le più comuni malattie batteriche di origine alimentare. I sintomi includono diarrea acquosa o con sangue, nausea, dolori di stomaco e febbre, talvolta progressione in colite emorragica e sindrome emolitico-uremica (SEU). Le principali fonti di contaminazione sono i prodotti a base di carne, in particolare la carne cruda o poco cotta di bovini, pecore, capre o cervi. Anche i prodotti a base di latte non pastorizzato possono essere contaminati. Inoltre i batteri possono trovarsi nell’acqua, nella frutta, nella verdura e in molti altri prodotti a base di erbe trattati con acqua o fertilizzanti contaminati.

Rilevazione di STEC/VTEC/EHEC in alimenti

Dal momento che la dose infettiva di STEC / VTEC / EHEC è molto bassa, si applica una tolleranza zero ai prodotti alimentari pronti per il consumo. Nelle strutture di trasformazione alimentare è quindi inevitabile eseguire regolarmente delle analisi. Dal momento che la rilevazione di batteri patogeni richiede molto tempo con i tradizionali metodi microbiologici, i laboratori di solito usano procedure più veloci come i test di biologia molecolare (PCR) o saggi basati su anticorpi (ELISA). Secondo la normativa, i prodotti alimentari sono considerati contaminati, se anche un singolo batterio STEC / VTEC / EHEC è presente in 25 g di alimento. Per poter rilavare concentrazioni così basse, è necessario eseguire l’arricchimento del campione pe r tutta la notte. Dopo l’arricchimento, la contaminazione può essere rilevata utilizzando test quali RIDASCREEN® Verotoxin. Questo test ELISA consente di rilevare in modo affidabile l’agente patogeno misurando le verotossine nel campione, che può trovarsi solo se almeno un batterio STEC / VTEC / EHEC era presente nel campione.

New: SureFast® STEC 4plex

Da oggi è disponibile un migliorativo test per la ricerca di verotossine. Il nuovo kit RIDASCREEN® Verotoxin si basa sul sistema biotina-streptavidina che è molto più sensibile della coniugato perossidasi utilizzata in precedenza. Il test ELISA permette la rilevazione di verotossine (SLT-1 e SLT-2) entro due ore dall’ arricchimento. Informazioni dettagliate sul nuovo test e sulla nuova procedura analitica è disponibile su richiesta.

Recent posts

Start typing and press Enter to search

food fraud