In Bevande, Colonne di purificazione, Micotossine

Dal 4 al 10 maggio nel Regno Unito è la settimana del caffè. Si tratta di un’ iniziativa di raccolta fondi a livello nazionale nel Regno Unito, in cui gli operatori di caffè,  i professionisti del settore ed i clienti raccolgono fondi da restituire alle comunità che si occupano della crecita del nostro caffè.

Oggi si può trovare un buon caffè in ogni grande città. Molti di noi gustano una tazza di caffè ogni mattina. Tuttavia, quanto conosciamo in realtà sul caffè? Ecco qui 10 cose da sapere.

  1. Tutto il caffè nel mondo cresce nella Bean Belt (area tra il Tropico del Cancro e del Capricorno). Le Hawaii sono l’unica zona  degli Stati Uniti in cui cresce il caffè.
  2. Il 70 % dei consumatori in tutto il mondo beve il caffè Arabica, delicato ed aromatico. il restante 30 % consuma la varietà Robusta, più amara ma col il 50 % in più di caffeina rispetto all’ Arabica.
  3. Il caffè cresce sugli alberi, che possono arrivare fino a 10 metri di altezza ma sono coltivati fino a circa 3 metri di altezza per una più facile raccolta.
  4. Il chicco è in realtà un seme all’interno di una brillante bacca rossa. Le bacche di caffè sono raccolte, lasciate essiccare e sbucciate fino a quando tutto ciò che resta è un chicco verde.
  5. I chicchi di caffè sono arrostiti a circa 250 ºC  e dopo pochi minuti scoppiettano e raddoppiano in termini di dimensioni. Pochi minuti dopo, il chicco scoppietta ancora una volta e ciò significa che è pronto.
  6. Il caffè è il secondo principale prodotto di commercio sulla terra (l’olio è il primo).
  7. Quando ti trovi a Vienna, non ordinare subito “un caffè, per favore” se non vuoi essere identificato come turista. Le caffetterie viennesi offrono in genere più di 35 varianti, tra cui alcuni nomi esotici come “Einspänner”, “Mazzagran“, “Marilloman” oppure “Verlängerter”
  8. La caffeina e la sua funziona –  Nel cervello vi è una componente chiamata adenosina che può entrare in circolo solo con alcuni recettori. Quando questi si associano, si ottiene sonnolenza. Quando si assume caffeina, questa si lega ai recettori e l’adenosina non può più raggiungerli. La ghiandola pituitaria a questo punto crede che vi sia una situazione di emergenza e spinge le ghiandole surrenali a produrre adrenalina. Inoltre, la caffeina aumenta i livelli di dopamina. Il risultato è un alto livello di caffeina!
  9. La maggior parte dei consumatori di caffè non ha mai sentito parlare di ocratossina A, che è una tossina naturalmente prodotta da alcune specie di muffa che si possono trovare sui chicchi di caffè. Questa tossina è altamente tossica, colpisce i reni ed è possibilmente cancerogena.
  10. R-Biopharm offre un’ampia gamma di test per l’analisi di ocratossina A nel caffè, da semplici test di screening per risultati qualitativi (OCHRACARD) a colonne di immunoaffinità (OCHRAPREP®) for per analisi di tipo quantitativi prima dell’ HPLC o della LC-MS/MS.

Hai domande?

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri test per l’analisi di ocratossina nel caffè?

Recent posts

Start typing and press Enter to search