Le micotossine sono metaboliti tossici prodotti dalle muffe. Possono avere gravi effetti acuti e cronici sulla salute degli esseri umani e degli animali, quindi l’analisi delle micotossine in alimenti e mangimi è necessaria e spesso richiesta per legge. I kit più moderni consentono l’analisi rapida sia qualitativa sia quantitativa delle micotossine.

Nel corso della storia le micotossine, come le conosciamo oggi, hanno alterato la qualità dei prodotti agricoli. Le principali materie prime come mais, grano, riso, soia e arachidi possono essere contaminate da micotossine, a seconda delle condizioni di crescita e di conservazione. Possono inoltre esserne colpite altre materie prime come segale, avena, nocciole, fichi, uva e spezie. Il consumo di micotossine tramite prodotti contaminati può avere effetti tossici sia acuti sia cronici sulla salute dell’uomo e degli animali. Oltre ai costi sanitari anche i fattori economici diretti hanno un ruolo molto importante a causa della diminuzione dell’efficienza nella crescita degli animali da allevamento, delle perdite commerciali dovute alle limitazioni di importazione ed esportazione nonché delle perdite dirette di valore delle colture. Per tutelare la salute dei consumatori e degli animali, in tutto il mondo sono state stabilite normative relative alle micotossine.

Offriamo test per l’analisi di tutte le micotossine più importanti, dall’aflatossina allo zearalenone. Seleziona una micotossina per scoprire di più al riguardo:

Metodi per l’analisi delle micotossine

L’analisi delle micotossine presenta un problema di fondo: le micotossine sono infatti contaminanti normalmente presenti in natura. Il loro sviluppo prima del raccolto è influenzato dalle condizioni climatiche e dalle pratiche agricole, mentre la loro crescita dopo il raccolto dipende dalle condizioni di stoccaggio. Questo pone alcune sfide sulla gestione del rischio relativa alle micotossine: dove, quando, quanto spesso e in quale quantità è infatti possibile analizzarle?

Le micotossine possono essere diffuse in modo molto disomogeneo nel prodotto e presentarsi a concentrazioni molto basse. I campioni da analizzare possono essere matrici piuttosto semplici quali grano e mais, oppure molto complesse come spezie, caffè o miscele per mangimi. È molto importante scegliere il giusto campionamento e il giusto metodo analitico per il prodotto da testare. R-Biopharm offre una vasta gamma di metodi analitici per l’analisi delle micotossine. Siamo in grado di offrirvi il tipo di test più appropriato in base alla matrice, al numero, al tempo a disposizione per l’attesa dei risultati, alla facilità d’uso e alle attrezzature a disposizione:

RIDASCREEN®RIDA®QUICKSchedeColonne
Il formato ELISA consente di testare velocemente molte materie prime per la maggior parte delle micotossine regolamentate.Il test a flusso laterale consente decisioni rapide in loco in merito alla contaminazione da micotossine delle materie prime. I risultati possono essere letti visivamente (metodo semiquantitativo) o quantitativamente mediante lettore LFD.Le schede AFLACARD® and OCHRACARD® sono state appositamente progettate per ottenere un risultato rapido e semiquantitativo per le materie prime più complesse. Le colonne ad immunoaffinità (RIDA®, EASI-EXTRACT®, PREP®) consentono una purificazione efficiente delle micotossine per tutti i tipi di campioni prima dell’HPLC, della LC-MSMS o dell’ELISA. Le colonne di estrazione a fase solida PuriTox consentono una purificazione efficiente delle micotossine prima della TLC, dell’HPLC, della GC oppure della LC-MSMS.

Analisi multipla delle micotossine

Alcune materie prime possono ospitare micotossine di diverso tipo. Non capita di rado di trovare diversi tricoteceni nello stesso prodotto, a volte persino in combinazione con lo zearalenone. Altre materie prime possono contenere aflatossine e ocratossine, oppure aflatossine e fumonisine. I metodi di analisi multipla sono in grado di identificare più micotossine con un unico test. Offriamo soluzioni per una preparazione efficace in vista di analisi tramite HPLC o LC-MS/MS (cromatografia liquida-spettrometria di massa).

Micotossine - materiale di riferimento

La rilevazione delle micotossine pone sfide uniche ai laboratori di analisi; matrici complesse, diffusione disomogenea e livelli particolarmente bassi solo per citarne alcune. La preparazione del campione e la scelta del corretto metodo di analisi sono quindi di importanza cruciale. Per garantire la migliore applicazione possibile dei test per le micotossine è consigliato utilizzare materiali di riferimento certificati.

Maggiori informazioni sui materiali di riferimento

Soluzioni standard di micotossine

Le soluzioni standard vengono utilizzate regolarmente per l’analisi delle micotossine. Possono essere utilizzate per preparare una curva di calibrazione per il sistema HPLC (cromatografia liquida ad alta prestazione) e assicurare così risultati accurati, aggiunte ai campioni per controllare l’efficienza di un determinato solvente nell’estrarre la tossina da alimenti specifici, oppure aggiunte ad estratti dei campioni stessi.

Maggiori informazioni sulle soluzioni standard

Potrebbe interessarti anche

IMMUNOPREP® ONLINE DEOXYNIV...
 
Online immunoaffinity cartridges used in conjunction with the RIDA®CREST handling system for the automated clean-up and analysis of deoxynivalenol ...
IMMUNOPREP® ONLINE OCHRATOXIN
 
Online immunoaffinity cartridges used in conjunction with the RIDA®CREST handling system for the automated clean-up and analysis of ochratoxin A pr...
IMMUNOPREP® ONLINE AFLATOXI...
 
Online immunoaffinity cartridges used in conjunction with the RIDA®CREST handling system for the automated clean-up and analysis of aflatoxins M1 p...

Micotossine – supporto

Hai domande? Le nostre competenze sono a tua disposizione! La nostra assistenza è garanzia di successo per i test diagnostici della tua azienda

Start typing and press Enter to search