In Microbiologia, Terreni di coltura pronti all'uso

Volume 1: Panoramica sulle diverse applicazioni per la sicurezza degli alimenti

Una buona conoscenza degli aspetti microbiologici legati alla produzione alimentare nonché la consapevolezza delle possibili contaminazioni microbiche sono due aspetti di fondamentale importanza per la sicurezza alimentare. Sistemi analitici affidabili per la valutazione della sicurezza microbica devono garantire l’immissione in commercio di prodotti sicuri per i consumatori e ridurre il rischio di contaminazione con batteri potenzialmente letali.

La guida “Compact Dry, il metodo più semplice per l’analisi microbiologica degli alimenti”, si concentrerà sulle problematiche attuali e derivanti all’interno della microbiologia alimentare e dello stato di igiene e successivamente affronterà le domande più frequenti individuando i punti critici per la sicurezza microbiologica degli alimenti. Elaborando delle possibili soluzioni analitiche, la guida potrà dunque servire come conoscenza di base per tutti i praticanti microbiologi del settore alimentari e per i professionisti della sicurezza alimentare.

Contaminanti microbici nei prodotti alimentari e nelle linee di produzione

Il problema dei contaminanti microbici negli alimenti non è una novità ed è stato sempre stato al centro dell’attenzione per la sanità pubblica. Anche se i consumatori spesso non hanno una conoscenza approfondita dei microrganismi in generale, sono comunque ben consapevoli che, per evitare infezioni causate da agenti patogeni di origine alimentare, sono necessari test microbiologici.

Principali contaminanti microbiologici negli alimenti

Il termine “Salmonella” sembra suonare un campanello di allarme quando si discute di sicurezza alimentare con i profani. Tuttavia la Salmonella è solo uno dei numerosi parametri che devono essere testati – anche se è uno dei patogeni più comunemente conosciuti. Il successivo gruppo di interesse sono i “batteri contaminanti fecali” che sono esemplificati dai batteri coliformi, dagli enterobatteri o E. coli che è l’ indicatore principale di contaminazione fecale.

Altri microrganismi presenti nell’ambiente e negli impianti di produzione alimentare, quali gli Stafilococchi, la Listeria, i Bacilli e per ultimi ma non meno importanti i lieviti e le muffe, potrebbero rappresentare un’ulteriore minaccia se non vengono monitorati attentamente. Tutti questi organismi sono naturalmente presenti nelle materie prime o negli esseri umani ed alcuni di essi hanno un potenziale altamente patogeno che può portare a gravi malattie.

Infine, il principale parametro microbiologo alimentare è la quantità totale di batteri, il cosiddetto “numero di organismi vitali”.

Monitoraggio della contaminazione microbica

Il metodo più efficace per monitorare il processo di produzione in merito ai contaminanti microbici è l’implementazione dei controlli di processo presso il sito produttivo. Tali controlli, se impostati nel modo giusto, consentono di mitigare i problemi in una fase precoce: basta prelevare i campioni in punti critici di controllo ed analizzarli con metodi microbiologici affidabili. Questi sistemi di controllo consentono al produttore di reagire tempestivamente e prendere le giuste misure per garantire la sicurezza alimentare ai consumatori finali.

Un passaggio preliminare per ottimizzare il processo di controllo l’analisi delle materie prime in ingresso. D’altra parte, i controlli dei prodotti finali si realizza solitamente in laboratori accreditati, ma potrebbero anche essere condotti “in-house” con metodi ufficialmente validati e semplici da utilizzare. Questo è lo scopo delle gamma di prodotti della linea Compact Dry: un robusto e maneggevole sistema per analisi microbiologiche, con un’ affidabilità comprovata da validazioni ufficiali secondo la norma ISO 16140, nonché AOAC-RI.

Piastre Compact Dry per l’analisi mircobiologica degli alimenti

Le piastre Compact Dry possono essere utilizzate ovunque ed in qualsiasi momento dato che le lastre secche non devono essere ricostituite prima dell’applicazione del campione e quindi sono stabili a temperatura ambiente per lunghi periodi di tempo. Gli agenti cromogeni presenti in tutti i tipi di terreni delle Compact Dry permettono una facile conta delle colonie (esempio: Compact Dry Total Count), dopo l’incubazione.

R-Biopharm offre sistemi Compact Dry per i seguenti parametri:

Le Compact Dry forniscono una soluzione alternativa alle classiche piastre agar e con la guida “Compact Dry: Il metodo più semplice per l’analisi microbiologica degli alimenti” abbiamo intenzione di portarvi passo dopo passo attraverso questo ottimo sistema analitico attraverso la condivisione di una più profonda comprensione delle diverse necessità e dei diversi vantaggi ottenuti da controlli microbiologici sugli alimenti.

Recent posts

Start typing and press Enter to search