In Colonne di purificazione, Frutta, spezie e frutta a guscio, Micotossine

Il 16 gennaio è la  “Giornata internazionale dei cibi piccanti e delle spezie”. Un buon momento per richiamare l’attenzione su un tema caldo: la presenza di aflatossine ed ocratossina A nelle spezie.

Le colonne ad immunoaffinità quali  AFLAPREP®, OCHRAPREP® ed AFLAOCHRA PREP® svolgono un ruolo molto importante nel verificare l’eventuale presenza di aflatossine ed ocratossina nelle spezie.

Respinte dall’Unione Europea: spezie contenenti aflatossine ed ocratossina A

Le spezie contaminate con aflatossine oppure con ocratossina continuano ad essere respinte dall’Unione Europea. Si registra un gran numero di respinte per paprika e noce moscata. Inoltre pepe nero, aglio in polvere, zenzero, curry in polvere, curcuma e liquirizia sono stati coinvolti per la presenza di livelli inaccettabili di queste due micotossine. I Limiti Normativi sono fissati a bassi livelli e l’affidabilità analitica deve coinvolgere un corretto campionamento ed una determinazione precisa.

Regolamento Europeo No. 165/2010 No. 105/2010
peperoncino in polvere, pepe di Caienna, peperoncino, noce moscata, zenzero, curcuma, bianco e pepe nero, nonché miscele di una qualsiasi di questie singole spezie 5 µg/kg di aflatossina B1 e 10 µg/kg di aflatossine totali 15 µg/kg di ocratossine
liquirizia 20 µg/kg di ocratossine

Le colonne ad immunoaffinità sono essenziali durante l’analisi di spezie per aflatossine ed ocratossina

Le spezie sono matrici complesse e una buona purificazione del campione garantita dalle colonne di immunoaffinità è essenziale per eseguire una determinazione in HPLC. I metodi analitici per le aflatossine e l’ocratossina nelle spezie hanno fino ad ora ricevuto un’attenzione minore rispetto ad altri prodotti alimentari. Anche se sono stati pubblicati dei metodi e condotte prove di validazione in singoli laboratori, non ci sono ancora metodi ufficiali ad esempio AOAC o CEN. Le colonne ad immunoaffinità quali ad esempio AFLAPREP®, OCHRAPREP® ed AFLAOCHRA PREP® sono state utilizzate per l’analisi di aflatossine ed ocratossina in una vasta gamma di spezie.

Implicazioni finanziarie delle respinte alle frontiere

Le spezie sono beni preziosi, quindi le respinte da parte dell’Unione Europea hanno gravi conseguenze finanziarie per gli esportatori, che devono sostenere i costi, compreso il campionamento / l’ analisi, lo stoccaggio e l’eventuale distruzione. Tuttavia, è possibile evitare queste respinte campionando ed analizzando le spezie seguendo rigorosamente i regolamenti europei prima di esportare. Rimarrà una forte attenzione da parte dell’Unione  Europea sulle micotossine nelle spezie e sono previsti studi collaborativi per nuovi metodi ufficiali.

Hai domande?

Per ulteriori informazioni scrivi a info@r-biopharm.it

Recent posts

Start typing and press Enter to search