In Laboratori di controllo

I materiali di riferimento sono indispensabili nell’analisi alimentare. Essendo una componente così importante per il controllo qualità, contribuiscono a garantire risultati precisi ed affidabili. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Garantire l’esattezza dei risultati delle analisi è di fondamentale importanza per i laboratori, dal momento che risultati non corretti possono causare danni economici e rischio per la salute dei consumatori. La garanzia di qualità riguarda quindi ogni laboratorio. Recentemente, abbiamo spiegato come i programmi di valutazione esterna possano contribuire al controllo qualità. Un’altra misura importante, in particolare nel campo delle micotossine e nell’ analisi dei residui, è l’uso di materiale di riferimento.

Che cos’è un materiale di riferimento?

Fondamentalmente, un materiale di riferimento è una sostanza con una determinata caratteristica definita che funge da valore di confronto per le analisi. Ad esempio, per l’analisi di micotossine, il materiale di riferimento potrebbe essere un campione di mais o di frumento contaminato con una concentrazione definita di una specifica micotossina. Conoscendo questo valore comparativo, è possibile valutare al meglio il risultato della propria analisi.

Perché è utile avere un materiale di riferimento?

I materiali di riferimento svolgono un ruolo essenziale per molti ambiti in laboratorio. In particolare, questi includono:

  • Calibrazione di strumenti
  • Validazione di metodi
  • Formazione dei dipendenti
  • Prove di valutazione delle prestazioni analitiche
  • Controllo di processo e garanzia di qualità nella routine di laboratorio

Cosa tenere in considerazione?

La qualità dei materiali di riferimento è fondamentale per l’accuratezza e la comparabilità dei risultati analitici. Devono essere sufficientemente omogenei e tracciabili. Se si vuole andare sul sicuro, si consiglia di utilizzare materiali  di riferimento certificati (CRM), prodotti da istituti accreditati e soggetti a severi controlli. I materiali di riferimento certificati di solito contengono un certificato con informazioni sui metodi di convalida, l’incertezza di misura e la tracciabilità. Secondo la norma ISO/IEC 17025, i laboratori accreditati sono tenuti ad utilizzare materiale di riferimento certificati.

Dove è possibile reperire un materiale di riferimento certificato?

Materiali di riferimento certificati per l’analisi di micotossine sono disponibili presso il laboratorio Trilogy®. L’intera gamma comprende una serie di materiali per le più svariate esigenze di analisi delle micotossine. Sono disponibili campioni di cereali come mais, frumento, orzo, miglio e riso nonché matrici più complesse come farina o mangimi – tutte contaminate da una o più micotossine a diverse concentrazioni. È possibile trovare una panoramica sull’intera gamma direttamente presso il laboratorio analitico Trilogy®.

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search