I prodotti ittici, che comprendono crostacei e molluschi, devono essere dichiarati come ingredienti allergenici nei prodotti alimentari in accordo con la Direttiva UE (CE 1829/2003 e CE 1830/2002).

Molluschi e crostacei appartengono agli otto allergeni con obbligo di etichettatura negli USA e in molti altre nazioni. I molluschi devono essere etichettati anche nella UE e in Sudafrica. La biodiversità degli oceani è immensa e il numero totale delle specie ittiche è sconosciuto. Le allergie da prodotti del mare variano notevolmente a seconda delle aree; gli abitanti delle regioni costiere, dove i prodotti ittici sono consumati più di frequente, sono maggiormente colpiti rispetto a quelli delle regioni interne dello stesso paese. La gestione del rischio generale è dunque difficile.

Crostacei

Il subphylum dei crostacei (Crustacea) comprende gamberi, granchi, gamberetti, astici, gamberi d’acqua dolce, krill, aragoste e grossi granchi. Il consumo di crostacei può scatenare, nei soggetti a rischio, gravi reazioni allergiche, in particolare a carico della cute, del tratto gastrointestinale e dell’apparato respiratorio. Responsabile di queste reazioni è la tropomiosina, una proteina termostabile del muscolo che costituisce il 20% del contenuto totale di proteine dei crostacei. Le allergie ai crostacei si sviluppano più frequentemente in età adulta e spesso persistono per tutta la vita. Non è infrequente un elevato grado di sensibilizzazioni. Per evitare le reazioni allergiche le linee di produzione degli alimenti devono essere prive di residui. Per verificare l’effettiva pulizia degli impianti produttivi si può utilizzare un test con tampone a flusso laterale, mentre l’alimento può essere analizzato con i test ELISA o PCR.

Molluschi

Il phylum Mollusca comprende mitili, lumache e cefalopodi come la seppia e il calamaro. Molluschi come cozze, ostriche o polpi sono alimenti molto popolari nelle regioni costiere. Purtroppo però alcune persone sviluppano reazioni allergiche dopo il loro consumo. Come per i crostacei, la causa principale delle reazioni allergiche ai molluschi è la proteina allergenica del muscolo tropomiosina. Si possono anche verificare cross-sensibilità, così come si può osservare un elevato grado di sensibilizzazioni, tanto che anche quantità minime di allergene possono scatenare reazioni gravi.

Scegli una tecnologia

Scegli un parametro

Start typing and press Enter to search