Il sedano appartiene ai 14 allergeni normati dai Regolamenti UE 1829/2003 e 1830/2003 sull’etichettatura degli alimenti, e deve pertanto essere indicato in etichetta come ingrediente alimentare.

Il sedano è uno dei componenti allergici più rari e si può trovare come allergene nascosto in vari prodotti alimentari. Normalmente viene utilizzato per speziare prodotti a base di carne, insaccati, condimenti o minestre istantanee e può essere presente in basse concentrazioni nei cibi pronti lavorati. Tutte le parti del sedano sono utilizzate nella preparazione dei cibi: foglie, gambo e testa. Poiché la pianta del sedano e quella del prezzemolo sono molto simili, nei campi o durante il raccolto o la lavorazione possono essere scambiate tra di loro portando a contaminazioni indesiderate. Data la sua stretta vicinanza tassonomica con altre piante, il metodo di maggior specificità e precisione per rilevare e quantificare le tracce di sedano negli alimenti è la real-time PCR.

Scegli una tecnologia

Scegli un parametro

Scegli il tuo prodotto

Start typing and press Enter to search