In Microbiologia, Real-time PCR

La Salmonella è un batterio a forma di bastoncino che causa infezioni nel tratto gastrointestinale dell’uomo e degli animali e spesso può essere fatale. Nelle industrie, la gestione della Salmonella è diventata una questione da miliardi di dollari in molti paesi del mondo. Un nuovo studio fatto in Ungheria fornisce dati sorprendenti su quanto l’impatto economico sia realmente alto.

La Salmonella: questo batterio è spesso sui titolo dei giornali. Ad esempio, il 29 Ottobre 2021, una rivista scientifica ha riportato: “In cinque paesi europei (EU/EEA), almeno 121 persone sono state infettate negli ultimi tre anni dal consumo di prodotti contenenti semi di sesamo provenienti dalla Siria contaminati dalla Salmonella.”

L’articolo continua: “Questi prodotti contaminati sono stati analizzati e richiamati. Tuttavia, per molte persone, era già troppo tardi: alcuni malati, tra cui bambini, hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere.”

Come si trasmette la Salmonella?

La Salmonella è un genere di batteri responsabili di infezioni di origine alimentare (zoonosi). Vive nel tratto gastrointestinale degli animali (che non subiscono effetti negativi), quindi entra nel corpo umano attraverso il consumo di prodotti di origine animale, come carne, uova o latticini, contaminati da feci animali. Anche i prodotti trasformati come salame, maionese o tiramisù possono essere contaminati. La trasmissione tramite acqua potabile e da persona a persona è rara. Tuttavia, poiché i batteri della Salmonella sono vitali anche al di fuori del corpo per diverse settimane, la scarsa igiene durante la lavorazione (nessun lavaggio delle mani) e la trasmissione, ad esempio tramite taglieri e coltelli, possono essere un’ulteriore causa di infezione.

I sintomi dell’infezione da Salmonella includono: diarrea, febbre, crampi allo stomaco, nausea intermittente, vomito, diarrea sanguinolenta e mal di testa. Se l’agente patogeno entra nel flusso sanguigno, l’infezione può anche essere fatale.

Nuovo studio in Ungheria: i dati ufficiali sottostimano grossolanamente l’effettiva incidenza della Salmonella

La Salmonella è una minaccia in tutto il mondo e le autorità stanno raccogliendo dati su quanto sia grave. Un nuovo studio eseguito in Ungheria (settembre 2021) ha analizzato “L’impatto della salmonellosi di origine alimentare sulla salute dei consumatori in Ungheria”.

Il numero di infezioni da Salmonella in Ungheria ha superato i 90.000 casi all’anno, 18 volte in più rispetto alle cifre ufficiali.

Quanto sono significativi i costi diretti e indiretti della Salmonella? Nel rispondere a questa domanda, lo studio ha incluso le cure mediche dirette (domicilio, ospedale) ed i costi indiretti derivanti da cambiamenti nel comportamento dei consumatori o assenze dal lavoro.

Quanto pagheresti per prevenire un’infezione da Salmonella?

Ai consumatori ungheresi è stato anche chiesto quanto pagherebbero per evitare l’infezione (analisi della disponibilità a pagare (WTP)).

Per l’analisi WTP sono state valutate 456 risposte quantificabili. I risultati hanno mostrato che il WTP medio dei consumatori per evitare l’infezione da Salmonella è di 86,3 euro.

Tenendo conto dell’incidenza confermata della Salmonella nel 2015 e moltiplicando per 18 volte il valore ottenuto nello studio, il danno per la salute dei consumatori in Ungheria è stimato pari a 7,87 milioni di euro all’anno.

I costi sono elevati anche negli USA e nell’UE

Non è solo in Ungheria che le autorità raccolgono i dati utili per registrare i danni economici causati dalla Salmonella. L’Economic Research Service (ERS) dell’ USDA (Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti) stima che le infezioni da Salmonella costino agli americani 2,65 miliardi di dollari all’anno. Questa cifra si basa sulla stima dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) di quasi 1,4 milioni di casi di Salmonella ogni anno, inclusi 415 decessi. Il costo medio stimato per caso è di 1.896 dollari.

Nell’Unione Europea vengono segnalati più di 350,000 casi di zoonosi nell’uomo ogni anno, ma è probabile che il numero effettivo sia ancora più alto. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) stima che le infezioni da Salmonella nell’uomo potrebbe costare all’economia fino a 3 miliardi di euro l’anno in totale.

Sistemi analitici per proteggere le persone

Si raccomanda vivamente di eseguire analisi per la ricerca di Salmonella lungo tutta la catena di produzione per rilevare la possibile contaminazione. I test tradizionali prevedono la coltivazione su un terreno di coltura, ma non permettevano di ottenere risultati in tempi rapidi.

La tecnica Real-time PCR (così come i test ELISA basati sugli anticorpi) dono decisamente più veloci: richiedono solo un’incubazione di 18 ore ± 2 ore in acqua peptonata tamponata (BPW). La rilevazione specifica di Salmonella spp. oppure la rilevazione combinato di Salmonella enteritidis e Salmonella typhimurium con i kit multiplex richiede circa 2 ore a seconda della quantità di campione. Pertanto, la real-time PCR, che è significativamente più veloce e anche altamente sensibile, specifica e automatizzabile, sta rapidamente diventando lo standard. R-Biopharm ti offre questo tipo di sistemi analitici.

I consumatori possono inoltre proteggersi dalle infezione da Salmonella. Gli alimenti che possono essere contaminati dalla Salmonella, come la carne macinata, devono essere conservati in frigorifero, consumati rapidamente e riscaldati accuratamente durante la cottura. Altri metodi per prevenire l’infezione sono riassunti qui.

Recent Posts

Start typing and press Enter to search