In Cereali, Micotossine

La raccolta del grano è in corso. Questo porta nuovamente al centro dell’ attenzione le micotossine come l’aflatossina e l’ocratossina. Tuttavia, anche le meno note tossine T-2 e HT-2 sono una minaccia per il raccolto. In particolare quest’anno la contaminazione potrebbe essere piuttosto elevata.

Le tossine T-2 e HT-2 appartengono al gruppo dei tricoteceni e sono prodotte da funghi della specie Fusarium. Si trovano spesso nei cereali come l’avena, il grano, il frumento, l’orzo, il riso e la segale. L’infestazione non solo provoca rese più basse, ma può anche avere conseguenze sulla salute. L’assunzione di grano contaminato da parte del bestiame può causare gravi malattie, influenzare la crescita e aumentare la suscettibilità alle infezioni. Anche le uova ed il latte ottenuti da questi animali, possono essere contaminati da micotossine, presentando un rischio per la salute umana. Rispetto ad altri tricoteni, le tossine T-2 e HT-2 hanno un potenziale tossicologico particolarmente elevato. A causa del forte effetto citotossico, cancerogeno ed immunosoppressivo, l’ EFSA. ha definito un valore TDI combinato (assunzione giornaliera tollerabile) per la tossina T-2 e HT-2 di 100 ng / kg di peso corporeo. Ad oggi, nell’UE non è stato definito alcun valore massimo legale per la tossina T-2 e HT-2.

Tossina T-2 / HT-2 ed il raccolto del 2017

Le tossine T-2 e HT-2 si formano principalmente in condizioni di elevata umidità in zone climatiche moderate (12 – 19 ° C). Quest’anno, in molte aree, il rischio di infestazione da tossine T-2 / HT-2 è molto elevato perchè sono aumentate le precipitazioni e le inondazioni, fenomeni vantaggiosi per la formazione delle muffe da funghi. L’incidenza e le concentrazioni mostrano tuttavia un’ampia variazione regionale. In particolare, il laboratorio Trilogy ha esaminato l’attuale situazione delle micotossinae negli USA:

Tossine T-2 e HT-2 e danno nel grano nel 2017

Rilevazione delle tossine T-2 / HT-2

Al fine di prevenire  contaminazione crociate, ridurre al minimo le perdite, proteggere l’uomo e gli animali dalle tossine dannose, è importante individuare una potenziale infestazione in una fase precoce. Per l’analisi delle tossina T-2 / HT-2, il Regolamento (EU) No. 401/2006 non prevede un metodo specifico. Pertanto, se il metodo soddisfa determinati criteri di prestazione (per quanto riguarda limite di rilevazione, asso di recupero, ecc.), i laboratori possono scegliere liberamente tra le tecniche di analisi disponibili:

HPLC, LC-MS/MS, C

Questi metodi cromatografici relativamente costosi richiedono la purificazione del campione con colonne di immuno-affinità o colonne di estrazione a fase solida prima dell’analisi.

Nostro portfolio:

ELISA

Questo metodo basato sull’uso di anticorpi specifici consente un’analisi efficiente anche di un gran numero di campioni. Per la valutazione è necessario un fotometro per micropiastre.

Nostro portfolio:

LFD

Sistemi a flusso laterale che consentono un’analisi rapida in loco. La valutazione quantitativa può essere effettuata con un lettore LFD o con la pratica applicazione smartphone RIDA®SMART APP

Nostro portfolio:

Hai domande?

Se hai altre domande relative alla rilevazione delle tossine T-2 / HT-2, non esitare a contattarci.

Recent posts

Start typing and press Enter to search